post di Anna Pegoretti

home > articoli di: Anna Pegoretti
Anna Pegoretti’s Best of the Best 2014

Anna Pegoretti’s Best of the Best 2014

10. Un aperitivo con vista https://www.acheterviagrafr24.com/acheter-viagra-en-ligne/ Colosseo nella primavera romana (a mia insaputa, naturalmente).

9. La mia famiglia di St viagra sans ordonnance Paul (Minnesota) che mi porta a vedere i Timberwolves e le sgallettate (e io che riesco a farli ubriacare). continua →

Anna Pegoretti’s Best of the Best 2013

Anna Pegoretti’s Best of the Best 2013

10. Sicilia al quadrato: le prove di Cavalleria rusticana in piazza a Noto.

9. L’intervista/concerto di Vinicio Capossela a Leeds: lui, il pianoforte e un polistrumentista in una sala affollata di gente che chissà cosa ha capito, ma ha applaudito.

8. Le acque del Pacifico a Coronado, San Diego. continua →

Per l’abolizione della parola “giovane”

Per l’abolizione della parola “giovane”

Il Professore, oltrepassati gli ottanta, ostenta con baldanza un giubbottino di pelle scamosciata. I quaranta-cinquantenni in sala vengono apostrofati come giovani a ogni pie’ sospinto, feudalmente incaricati di custodire quanto seminato da altri prima di loro. Aleggia perplessità. continua →

Atene, anno di grazia 2013 di Anna Pegoretti

Atene, anno di grazia 2013 di Anna Pegoretti

D. abita in una città del nord. È scesa nella capitale per incontrare un amico italiano di vecchia data. Ha la nostra età, intorno ai trentacinque, capelli, occhi e vestiti neri. Non c’è nulla di affettato in lei, nemmeno in quel suo fare e fumare una sigaretta dietro l’altra, nemmeno quando parla di economia. Da queste parti, la rivoluzione e il capitale non sono argomenti da intellighenzia da bar.
continua →

Anna Pegoretti's Best of the Best 2012

Anna Pegoretti's Best of the Best 2012

p>1) HM Queen Elizabeth e Daniel Craig all’apertura dei Giochi Olimpici di Londra.

2) La finale di Wimbledon, quando io e Manuel si era gli unici in UK a tifare Federer, cautamente chiusi in casa.

3) La scoperta del bosone di Higgs. continua →

Un muffin in biblioteca

Un muffin in biblioteca

p>Nella vita faccio ricerca. Fondamentalmente mi occupo di letteratura e di storia. Il mio laboratorio è la biblioteca e ve lo voglio raccontare.
Moltissime delle biblioteche universitarie inglesi sono a scaffale aperto (vai a prenderti i libri da solo, per intenderci) e sono organizzate in modo tematico (storia, letteratura, teologia, scienze, legge ecc., con un’infinita serie di suddivisioni). Questo significa innanzitutto che, se partirete cercando un libro o un articolo, tornerete indietro con almeno tre, ovvero: avrete scoperto l’esistenza di due titoli che fino a quel momento ignoravate o non avevate preso in considerazione, e che hanno fortissime probabilità di essere molto più utili del primo, quello per cui vi siete mossi. continua →

In loving memory of Sir Isaac Newton (I)

In loving memory of Sir Isaac Newton (I)

p>La Royal Society è un’associazione britannica indipendente che opera da 350 anni per lo sviluppo della scienza. È una delle più importanti e venerate al mondo (la British Academy, fondata ai primi del Novecento, è una sua “sorella”, devota alla scienze umane e sociali). Uno dei primi presidenti è stato nientemeno che Sir Isaac Newton, al quale la Società ha intitolato una borsa di studio post-dottorato dedicata a dottori di ricerca stranieri (esclusivamente stranieri) di ogni disciplina (anche le scienze umane, dunque) che vogliano lavorare nel Regno Unito. Il proposito non è caritatevole, tutt’altro: l’idea è piuttosto quella di incoraggiare capaci studiosi di tutto il mondo all’inizio della loro carriera accademica a lavorare nella (e dunque per la) gloriosa patria di Sua Maestà.
continua →

Ma non doveva nevicare?

Ma non doveva nevicare?

Da mercoledì 24 novembre gli studenti inglesi sono idealmente uniti nella loro protesta a quelli italiani. Le motivazioni sono naturalmente diverse: ciascuno ha il proprio progetto di legge contro cui scagliarsi. Le sfide per il mondo universitario europeo, però, non sono poi troppo diverse: diverso, caso mai, è il punto di vista.
continua →